Per iscriversi alla Newsletter
Vai all'archivio delle Newsletter
 
  
Newsletter n° 8  - 11/03/2008
16.06.08Il vertice dell'Ordine dei Medici tradisce la sua baseLi sfidiamo a portare in tribunale l’obiezione di coscienza sul NorlevoA prescindere dalla verità o falsità del documento attribuito a tutti i presidenti provinciali degli ordini dei medici è evidente il significato politico di una dichiarazione volta a favorire in piena campagna elettorale e con la presunta autorità dell’intera classe medica, le posizioni di una parte politica. Sollecitiamo una grande consultazione di tutti i medici d’Italia per dimostrare che il giudizio espresso dal presidente della federazione degli ordini è tutt’altro che generale. Quanto all’obiezione di coscienza di cui il Comitato nazionale di bioetica ha affermato il diritto anche riguardo alla pillola del giorno dopo, sottolinea che non è consentito ad un ordine professionale mortificare i diritti previsti dalla legge o aggiungervi arbitrariamente oneri. Sollecitiamo il personale sanitario a resistere al clima di ricatto, minaccia ed intimidazione di cui abbiamo registrato numerosi esempi concreti, nella certezza che eventuali vicende giudiziarie, a questo punto perfino auspicabili, alla fine non potrebbero contrastare con quanto già solennemente detto riguarda all’obiezione di coscienza dalla Corte Costituzionale continua»
16.06.08Mpv. A Chianciano l'Assemblea del rilancioDal 29 al 30 marzo la riunione dei presidenti di movimenti e CavL’assemblea annuale dei presidenti dei movimenti locali e dei Cav è convocata per il 29 e 30 marzo prossimo a Chianciano. Non si tratta di una riunione di routine perché la grande attenzione mediatica rivolta al Movimento ed alle tematiche di cui è portatore impone una risposta adeguata attraverso un serio riordino anche strutturale del Movimento. Tale lavoro deve essere decisamente avviato dalla prossima assemblea di Chianciano. continua»
16.06.08Giovani. Il manifesto di FirenzeSi è svolto nel capoluogo toscano il Life happeningSi è tenuto a cavallo tra febbraio e marzo a Firenze il " Life Happening ", incontro nazionale dei giovani del Movimento per la vita. La finalità dell'incontro, svoltosi presso l'auditorium del Convitto della Calza, era quella di far incontrare i ragazzi attivi nelle diverse realtà associative del Mpv in concomitanza con il 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo. "La scelta di Firenze per il nostro incontro non è casuale” ha affermato il presidente nazionale dei giovani Mpv, Leo Pergamo. “Proprio in questa città nacque il primo Cav. È importante che siano principalmente i giovani a confrontarsi su questo tema, essendo loro non già il futuro ma il presente di questa società". Al centro dell’incontro, una tavola rotonda a cui hanno preso parte il presidente della Provincia di Firenze, Matteo Renzi, Carlo Casini e il giornalista di Avvenire Umberto Folena. E’ stato anche approvato un Manifesto sui giovani, i diritti umani ed il diritto alla vita. continua»
16.06.088 Marzo. A Lucia Barocchi il premio "Universo Donna"In un affollatissimo teatro Politeama a PalermoRiconoscimento solenne a Palermo, nell’affollato teatro “Politeama”, per celebrare la Giornata della donna, l’8 marzo, in mezzo alle mimose ed a varie rappresentazioni artistiche è stato proiettato il filmato “La lettera di Sonia”, che in modo commovente documenta l’attività dei Cav. Inoltre a Lucia Barocchi, autrice di gran parte delle pubblicazioni del Movimento per la vita sulla vita nascente, partecipe della fondazione del primo Cav, animatrice tanto umile quanto efficace di tutta la rete del Movimento, è stato attribuito il premio internazionale “Universo donna” che da 10 anni viene assegnato alle donne socialmente più meritevoli. continua»
16.06.08Grandi prematuri. E' doverosa l'assistenzaConsiglio superiore di sanità e Cnb scelgono la vitaIl Consiglio Superiore di Sanità ha prodotto un documento sulla rianimazione dei neonati estremamente prematuri. La decisione presa dal CSS segna una svolta epocale slegando la rianimazione dei piccolissimi dalla “qualità della vita”, o dal parere vincolante dei genitori, ha anche staccato la subordinazione delle cure dall’età dal concepimento intesa in modo deterministico. La decisione presa dal CSS coincide con i dettati dell’altro organismo laico che si è pronunciato sul tema, il Comitato nazionale di bioetica. continua»
16.06.08Ru486. L'Aifa sospende il giudizioRimandata al parere del CSS la richiesta di commercializzazioneIl via libera dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) alla Ru486 atteso per fine febbraio è   stato rinviato in attesa di un parere del Consiglio superiore di sanità. Fino ad ora l’aborto chimico è stato sperimentato nello 0,9% degli aborti totali annui. In alcune regioni italiane nel 2006 è stato somministrato il farmaco 1.151 volte, tra le polemiche. Dopo i casi di morte accertati a causa della Ru486 nel mondo c’è chi, come Silvio Garattini, fondatore dell’Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri, che si dichiara ancora convinto che i vantaggi della Ru486 siano superiori agli effetti negativi. Di altro avviso Sergio Pecorelli, docente di Clinica ostetrica e ginecologica a Brescia e direttore del Dipartimento di Ginecologia e ostetricia, che, in base convinzioni esclusivamente tecnico scientifiche, afferma: “Per l’aborto farmacologico è necessaria la somministrazione di due farmaci. Per interrompere la gravidanza la donna impiega tre giorni tra perdite di sangue e dolori addominali. Non sono, dunque, da sottovalutare né l’impatto psicologico né quello fisico. Non solo: la pillola abortiva è consigliata entro i primi 49 giorni di gravidanza, un arco di tempo spesso troppo limitato, anche perché la 194 prevede una pausa riflessiva di 7 giorni una volta ottenuto il certificato per l’aborto”.   continua»
16.06.08Gb. Grandi manovre per fermare la nuova legge sulla FivetMinistri e politici minacciano di votare contro il governoIl primo ministro britannico Gordon Brown è alle prese con una ribellione dei ministri cattolici che si oppongono alla Human Fertilisation and Embryology Bill approvata dai Lord ed ora tornata alla Camera dei Comuni . I tre ministri in questione - Des Browne, Paul Murphy e Ruth Kelly - minacciano di votare contro la norma, la quale autorizzerà tra l’altro la creazione di embrioni “ibridi” o “chimere” e consentirà inoltre alle coppie lesbiche di farsi registrare come genitori. Il primate cattolico card. O’Connor, preoccupato che il governo laburista voglia impedire ai propri parlamentari di votare secondo coscienza, ha sollecitato tutti i fedeli perché scrivano al parlamentare del proprio collegio perché voti contro la nuova legge. continua»
16.06.08Eutanasia. Il Lussemburgo verso la legalizzazioneMa il primo ministro è pronto alle dimissioni per fermarlaIl Lussemburgo potrebbe essere il terzo Paese dell'Unione europea a depenalizzare l'eutanasia dopo Belgio e Olanda. I deputati lussemburghesi (con 30 voti favorevoli e 26 contrari) hanno approvato il disegno di legge che permetterà ai medici di aiutare i pazienti terminali a porre fine alla propria vita. Il progetto stabilisce che, per poter chiedere l'eutanasia, il paziente debba essere maggiorenne o minorenne emancipato e soffrire di una malattia irreversibile, con una sofferenza fisica o psichica costante e senza prospettive di miglioramento. La contemporanea approvazione di una buona legge sulle cure palliative ha costretto la Corte a bloccarle entrambe per la loro evidente contraddittorietà. Ora i deputati hanno tre mesi di tempo per cambiarle. Il Primo ministro, cattolico fervente, è pronto ad aprire una crisi istituzionale pur di non firmare la legge. Zenit e RadioMaria hanno lanciato una campagna internazionale per impedire che il Lussemburgo vari la legge sull’eutanasia. continua»
16.06.08Fivet. Nuova tecnica vecchio imbroglioRidurrebbe le gravidanze gemellari ma è solo una selezione preimpiantoDalla Gran Bretagna la scoperta di una nuova tecnica di fecondazione assistita che permette da un lato di incrementare le possibilità di successo della fecondazione in vitro e dall’altro di ridurre l’incidenza di parti plurigemellari. Gli studiosi del Guy’s and St.Thomas Hospital di Londra hanno sperimentato una procedura nella quale gli embrioni vengono fatti crescere in laboratorio 2 giorni in più rispetto alle precedenti tecniche. Impiantando nell’utero solamente un embrione, il migliore (!), aumentano le chance di successo del trattamento. Evitando l’inserimento di due o tre embrioni fecondati come prevedono le tecniche consuete, il rischio di parti gemellari o plurigemellari è stato sensibilmente ridotto (al 30% per due gemelli e al 17% per tre). In sostanza non si tratta di altro se non una selezione pre impianto degli embrioni. Di positivo c’è che Yakoub Khalaf, lo studioso a capo del team, sostiene che il successo riportato da questa nuova tecnica smentisce ’il mito secondo cui trasferendo un singolo embrione si abbassa il tasso di successo della gravidanza’. continua»
16.06.08Zevio. Un assessore alla vita nascenteL’iniziativa della cittadina del veronese è la prima al mondo Al comune veronese di Zevio, è stata conferita la delega di “assessore alla vita nascente” a Maria Luisa Tezza, assessore provinciale alla famiglia, all'istruzione, ai servizi sociali e alle pari opportunità e già sindaco per due mandati nella cittadina della bassa scaligera. E' una novità assoluta a livello mondiale il conferimento di questa specifica delega “alla vita nascente”, carica di un rinnovato senso ideale e al contempo concreto della politica. Nel decreto firmato ieri, 21.2.08, il sindaco Paolo Lorenzoni dichiara che è “fondamentale rilanciare con forza un dibattito nazionale e internazionale sull'aborto e sostenere la provocazione culturale intesa col nome di Moratoria Internazionale per l'abolizione della Pena di Aborto e il comune di Zevio intende dare rilevanza a una politica di sostegno della vita sin dal momento del concepimento”. continua»
16.06.08Lituania. 110 eurodeputati contro la legge anti-abortoIniziativa della Sinistra europea. 12 i firmatari italianiLa proposta di legge accolta nel 2007 dal parlamento lituano prevede il drastico restringimento delle condizioni per l’aborto legale. La legge è stata approvata in prima lettura prima della chiusura invernale del parlamento lituano, e dovrebbe essere discussa e votata definitivamente in primavera. La Sinistra europea, capeggiata dalla svedese Eva Britt Svensson, vicepresidente della commissione Donna all’eurocamera, ha promosso un appello sottoscritto da 110 eurodeputati contro la proposta di legge lituana, 12 gli italiani che hanno sottoscritto. continua»
Redazione:
L.Tevere dei Vallati 10, 00186 Roma – tel. 06.689.2732, fax 06.686.5725, newsletter@mpv.org
Direttore responsabile: Daniele Nardi
Editore: Giorgio La Pira soc. coop, via Cattaro 28, 00198 Roma – tel 06.8632.1901, fax 06.8632.2953

Termini di utilizzo legge sulla Privacy Art.12 - 675/1996.
Per essere rimossi dalla lista cliccare qui